PALAZZETTO DELLO SPORT

Biella

YEAR:  2004- 2009
CLIENT: Città di Biella – Novacoop S.C.
TOTAL AMOUNT: € 16.086.732,17
SECTOR: Sport e Cultura

ASSIGNMENT: Progettazione preliminare, Progettazione definitiva, Progettazione esecutiva, Direzione dei lavori.

PADIGLIONE CETACEI DELL’ACQUARIO DI GENOVA

Genoa

YEAR:  2010 – 2013
CLIENT: Costa Edutainment
ARCHITECT: RPBW
TOTAL AMOUNT: € 18.394.183,46
SECTOR: Sport e Cultura

ASSIGNMENT: Progetto esecutivo

PARROCCHIA SANTO VOLTO

Turin

YEAR: 2003 – 2007
CLIENT: Arcidiocesi di Torino – Curia Arcivescovile
ARCHITECT: Mario Botta
TOTAL AMOUNT:
€ 38.213.195,00
SECTOR: Sport e Cultura

ASSIGNMENT: Progettazione preliminare, Progettazione definitiva, Progettazione esecutiva, Coordinamento alla sicurezza in fase di progettazione, Coordinamento alla sicurezza in fase di esecuzione, Direzione lavori, Contabilità lavori, Collaudo statico.

Credits Enrico Cano

Credits Enrico Cano

Credits Enrico Cano

CENTRO COMMERCIALE “IL CENTRO”

Arese

YEAR: 2014 – 2016
CLIENT:
 Itinera Spa, TEA spa
ARCHITECT:
Michele De Lucchi
TOTAL AMOUNT:
 € 100.926.896
SECTOR: Terziario e Commerciale

ASSIGNMENT: Progettazione esecutiva, Consulenza all’impresa in fase di realizzazione delle opere.

AEROPORTO DI MALPENSA – GALLERIE COLLEGAMENTO TERMINAL 2 LOTTO 1

Milan

YEAR: 2016
CLIENT: Sina – Itinera (Committente Finale: Ferrovie Nord)
ARCHITECT: SINA
TOTAL AMOUNT: € 2o ooo ooo (circa)
SECTOR: Infrastrutture

ASSIGNMENT: Progetto esecutivo opere civili strutture, Infrastrutture e sottoservizi, Impianti meccanici ed elettrici

ISTITUTO SECONDARIO DI PRIMO GRADO “C.CASALEGNO”

Leinì (Turin)

YEAR: 2017 – 2018
CLIENT: Comune Di Leinì
ARCHITECT: Arch. Nicola Siniscalco
TOTAL AMOUNT: € 2.375.497,69
SECTOR: Sport e cultura

ASSIGNMENT: Studio di fattibilità tecnico economica, Progettazione definitiva.
Arch. N. Siniscalco – opere edili
Ing. C. Piantino – opere strutturali
Ing. L. Arduino – impianti elettrici
Ing. M. Bo – impianti meccanici

NUOVO HEADQUARTER DI IREN

Genoa

YEAR: 2018-2021
CLIENT: IREN S.p.A.
ARCHITECT: Arch. Francesco Campobasso – Arch. Silvia Rossi (No.t Architetti Associati)
PARTNERS: Arch. Francesco Campobasso – Arch. Silvia Rossi – Arch. Igor Albera No.t Architetti Associati (architettonico)- Ing. Antonio Corbo (antincendio) – Geol. Andrea Scaglia (geologia e geotecnica)
TOTAL AMOUNT: € 26.239.078
SECTOR: Terziario e Commerciale

ASSIGNMENT: Progetto Fattibilita’ Tecnica Ed Economica, Progetto Definitivo Progetto Municipale, Progetto Esecutivo (Validato Da Rina Consulting), Progettazione Bim, Pratiche Edilizie, Direzione Lavori, Csp E Cse.
Progettazione opere Edili: Arch. Francesco Campobasso – Arch. Silvia Rossi (No.t Architetti Associati) – Ing. Stefano Dalmasso
Project Manager e Coordinatore Generale, Progettazione opere strutturali:             Ing. Stefano Dalmasso
BIM Manager: Arch. Igor Albera (No.t Architetti Associati)
Progettazione Impianti Elettrici: Ing. Renzo Zorzi
Progettazione Impianti Meccanici: Ing. Massimo Rapetti
Coordinamento della Sicurezza: Ing. Umberto Siniscalco

CENTRO COMMERCIALE “CARREFOUR”

Nichelino (Turin)

YEAR: 2017
CLIENT: Itinera – [Committente Finale: Nichelino Village Scarl]
ARCHITECT: Isola Architetti
SECTOR: Terziario e Commerciale

ASSIGNMENT: Progettazione esecutiva delle strutture in opera e metalliche e Progettazione esecutiva delle strutture prefabbrica.

PARROCCHIA SANTO VOLTO

Torino

ANNO DI REALIZZAZIONE : 2003 – 2007
COMMITTENTE: Arcidiocesi di Torino – Curia Arcivescovile
ARCHITETTO: Mario Botta
IMPORTO LAVORI: €
38.213.195,00
SETTORE: Sport e Cultura

OGGETTO DELL’INCARICO: Progettazione preliminare, Progettazione definitiva, Progettazione esecutiva, Coordinamento alla sicurezza in fase di progettazione, Coordinamento alla sicurezza in fase di esecuzione, Direzione lavori, Contabilità lavori, Collaudo statico.

Il complesso parrocchiale del Santo Volto è un centro pastorale diocesano che raccoglie tutte le attività di servizio alla curia che sorge su un’area industriale riqualificata. La vecchia ciminiera delle fonderie esistenti precedentemente è stata conservata a memoria del lavoro operaio.

Posta sull’angolo dell’isolato fra Via Borgaro e Via Val della Torre, l’edificazione della nuova chiesa parrocchiale Santo Volto assume la funzione d’articolazione urbana fra differenti tessuti; da un lato, a sud, il nuovo parco a verde che sostituisce gli impianti dismessi delle acciaierie Fiat, dall’altro, a nord, il tessuto edilizio consolidatosi attorno a Largo Borgaro.

L’intervento edilizio è stato finalizzato alla realizzazione di un complesso multifunzionale composto dalla Chiesa del Santo Volto, edificio a pianta centrale con sette torri radiali che si trasformano in nicchie e cappelle al piano terra per circa 800 posti a sedere, casa parrocchiale con tutte le funzioni proprie amministrative e per attività di formazione e ricreazione giovani, uffici per circa 3.000 mq. per la curia arcivescovile, e alla realizzazione di una sala conferenze per 700 posti a sedere con ampio foyer per eventuali funzioni accessorie. Una sagrestia a ponte collega la cappella Feriale con la chiesa principale.

La complessità delle forme architettoniche e gli elevati standard qualitativi hanno richiesto un’analisi dettagliata e di conseguenza uno studio approfondito delle tecniche costruttive. Ogni fase realizzativa della struttura presentava, infatti, caratteristiche profondamente diverse ma ugualmente complesse, da affrontare e risolvere all’interno delle restrizioni di tempi e spazi che hanno caratterizzato questo cantiere.

La contemporaneità delle fasi lavorative ha imposto importanti vincoli anche nella scelta dell’attrezzatura.

Credits Enrico Cano

Credits Enrico Cano

Credits Enrico Cano

NUOVO FABBRICATO STAZIONE PORTA SUSA

Torino

ANNO DI REALIZZAZIONE:  2002 – 2014
COMMITTENTE: RFI – Rete Ferroviaria Italiana
ARCHITETTO:  AREP, Arch. Agostino Magnaghi, Arch. Silvio D’ascia
IMPORTO LAVORI: € 80.000.000,00
SETTORE: Infrastrutture

OGGETTO DELL’INCARICO: Progettazione preliminare, Progettazione definitiva, Progettazione esecutiva, Validazione progetto costruttivo.

La copertura in vetro e acciaio di rivestimento, colpo d’occhio per chi guarda la stazione è di circa 15mila mq di struttura ed è integrato con celle fotovoltaiche monocristalline, che restituiscono energia a servizio dell’edificio.

Il nuovo fabbricato viaggiatori della stazione di Torino Porta Susa costituisce una stazione ferroviaria della linea Torino-Milano e del passante ferroviario torinese.
La struttura della stazione, a galleria longitudinale, in acciaio e vetro, è lunga circa 400 metri e la sua altezza varia dai 13 ai 19 metri. Grazie alla sua struttura semicilindrica, la vetrata, sfruttando un oculato gioco di luce, permette un’ampia e diffusa illuminazione del pavimento centrale e delle rampe d’accesso alle banchine; la parte alta delle vetrate è inoltre rivestita di cellule fotovoltaiche cristalline che consentono di produrre 680.000 kWh annui, pari a l’ 80% del fabbisogno di energia elettrica della stazione stessa.
Varcati gli ingressi di vetro, si accede nella struttura sotterranea che s’insinua, livello dopo livello, sotto il piano stradale fino a raggiungere i 21 metri di profondità. La galleria di vetro e acciaio è sostenuta da 106 arconi, uno diverso dall’altro, ed è larga 30 metri. Internamente oltre ai servizi dedicati ai viaggiatori e al collegamento con la metropolitana, è allestito uno spazio adibito a ristoranti e negozi.
La Stazione AV di Torino Porta Susa è stata inaugurata simbolicamente il 14 gennaio 2013 alla presenza di diverse autorità, fra cui il Presidente del Consiglio, l’AD di Trenitalia ed altri.

Credits Michele D’Ottavio